You are hereCittadini in Comune

Cittadini in Comune


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Lista civica per Loiano CITTADINI IN COMUNE
 

Programma elettorale amministrative 2014 Lista civica per Loiano

 

CITTADINI IN COMUNE

 

 

Loiano è per noi tra i paesi più belli dell’Appennino tosco-emiliano, sia per la ricchezza del patrimonio umano, storico e culturale che per la qualità del territorio.
Siamo tutti profondamente innamorati del nostro paese: per questo motivo daremo il nostro contributo per mantenerlo e migliorarlo, per noi e per i nostri figli.
Questo gruppo nasce dall’incontro di loianesi di diversa provenienza e orientamento politico, attratti da un sogno comune e spinti verso un unico obiettivo.
Slegati da apparati di partito e ostili a sotterfugi politici, intendiamo mettere al centro di tutte le future attività solo ed esclusivamente il bene del nostro territorio. Si dice che le liste civiche abbiano meno forza perché non sono supportate dalle strutture dei partiti; in realtà, esaminando la realtà di altri comuni, soprattutto quelli la cui azione amministrativa è divenuta nel tempo sempre più virtuosa, vediamo che sono riusciti a realizzare progetti ambiziosi proprio perché liberi da logiche e pastoie partitiche, pensando esclusivamente a cosa è meglio per i cittadini.
La nostra campagna elettorale, semplice e completamente autofinanziata, sfrutta solamente risorse proprie.
Il nome della nostra lista, CITTADINI IN COMUNE, ci è stato ispirato dalla natura stessa del gruppo, una unione di persone attive da anni sul territorio in varie organizzazioni, che vedono il comune come luogo istituzionale, ma aperto a tutti, dove chi entra può trovare una amministrazione cordiale e disponibile. Ciascuno di noi, insieme agli altri, è il Comune. Partendo da questo intento abbiamo voluto rappresentare sul nostro simbolo l’ingresso del municipio con le porte aperte.
Ci siamo messi in cammino con tanto entusiasmo ed un programma ambizioso, abbiamo un candidato sindaco competente, siamo consapevoli che vivremo un’epoca di grandi cambiamenti degli assetti istituzionali. Sarà necessario gestire senza pregiudizi e chiusure ideologiche gli eventi che nei prossimi anni interesseranno il nostro territorio: l’abolizione della provincia, l’istituzione della città metropolitana e dell’ambito territoriale, il riassetto dell’unione dei comuni. Tutto dovrà essere affrontato con avvedutezza, valutando bene vantaggi e svantaggi, senza ordini di scuderia e sollecitazioni esterne, rendendo conto del proprio operato esclusivamente ai loianesi.

 

Ambiente- Rifiuti- Territorio
Spendiamo troppo per lo smaltimento dei rifiuti ed è arrivato il momento di ragionarci seriamente!
Vogliamo vivere in un ambiente sano e pulito ma vogliamo anche impiegare al meglio le risorse che i cittadini versano nelle casse comunali. Per questo motivo abbiamo esaminato l’azione e contattato gli amministratori di diversi comuni virtuosi come, ad esempio, quello di Ponte nelle Alpi (Belluno) dove, in pochi anni, i cittadini si sono visti diminuire drasticamente la tassa sullo smaltimento rifiuti e la raccolta differenziata è stata portata al 90%, con l’abbattimento dei costi da 500.000 € a circa 40.000 €.
Il nostro comune deve assolutamente raggiungere la quota del 65% di raccolta differenziata entro due anni, se non vuole incorrere in sanzioni, rispettando quello che il “Patto dei Sindaci” impone in materia di ambiente, rifiuti ed emissioni di CO2. E’ nostra intenzione andare oltre, sia con lo sviluppo delle energie rinnovabili, sia attraverso la raccolta differenziata.
Per quanto riguarda lo smaltimento dei rifiuti, l’assetto organizzativo e normativo della Provincia di Bologna e della Regione Emilia-Romagna non offre la possibilità di ottenere, nell’immediato, risultati come quello di Ponte nelle Alpi. Per avvicinarci ad obiettivi ambiziosi, cercheremo di rafforzare la collaborazione con i comuni limitrofi, avvieremo una massiccia campagna di sensibilizzazione, in collaborazione con le scuole, nei confronti dei cittadini sul riciclaggio, su come ridurre la produzione di rifiuti, sulle corrette pratiche di smaltimento.
Valuteremo concretamente con gli enti gestori la possibilità di ottenere forme di risparmio, promuovendo la vendita nei negozi di prodotti sfusi, incentivando il compostaggio domestico, realizzando manuali pratici che illustrino i corretti comportamenti delle famiglie e delle imprese. Cercheremo di rivalutare l’attuale area ecologica e promuoveremo il mercato dello scambio, dell’usato e del riciclo.
La qualità dell’aria e dell’ambiente sono una risorsa fondamentale del nostro territorio; abbiamo borgate ed ambienti naturali di una bellezza unica: tutto questo deve essere sfruttato maggiormente. Dobbiamo tutelare la qualità dell’acqua e dell’aria, agevolare la riqualificazione delle borgate e la diffusione della conoscenza del paese, assieme alle scuole ed alle associazioni, promuovendo iniziative turistiche e culturali e organizzando visite guidate.
E’ necessario effettuare un rigoroso controllo di fattibilità in caso di domande di costruzione di centrali a biomasse: gli attuali incentivi statali aumentano il rischio di realizzazione di strutture sovradimensionate, che non garantirebbero l’utilizzo delle sole risorse locali e nemmeno il mantenimento della qualità dell’aria. Sotto il termine biomassa si può nascondere qualunque cosa. Rispettando le previsioni del piano energetico contenute nel “Patto dei Sindaci”, incentiveremo l’utilizzo reale delle risorse boschive di scarto con piccole centrali termiche a cippato o a pellet, per il riscaldamento condominiale o famigliare.
Daremo pieno supporto ai gruppi di acquisto per fotovoltaico e termico e proseguiremo con la conversione dell’illuminazione pubblica a LED, sostituendo da subito i lampioni della pubblica illuminazione nel tratto tra la chiesa e lo Stradello con modelli analoghi a quelli installati nel centro del paese, per rendere continua ed omogenea l’illuminazione dell’abitato, oltre che per risparmiare energia.
Realizzeremo il progetto degli orti urbani, già previsti da una delibera di giunta, per consentire a persone anziane e non, di avere un proprio orto utilizzando parti del territorio comunale; in questa iniziativa cercheremo di coinvolgere le scuole.
Snelliremo il più possibile la burocrazia nel campo della normativa edilizia, aggiornando il RUE (regolamento urbano edilizio) al fine di agevolare le ristrutturazioni degli edifici esistenti, cercando, in collaborazione con le imprese locali, di dare impulso alla bioedilizia.

 

Agricoltura
L’agricoltura è un risorsa strategica, un settore in cui trovano occupazione molti giovani. Sono presenti sul territorio loianese aziende zootecniche biologiche di eccellenza, con produzione di pregiati cereali e di ottimo latte (alcune hanno ottenuto premi regionali per l’alta qualità), aziende casearie, allevamenti con laboratori per la trasformazione delle carni. Loiano è uno dei paesi della provincia con maggiore produzione biologica, marroni di alta qualità e funghi. Incentiveremo al massimo la filiera corta ed il consumo di prodotti locali. Realizzeremo, assieme agli agricoltori, fascicoli informativi dettagliati sulle caratteristiche dei prodotti agricoli loianesi e sui luoghi in cui poterli acquistare, pubblicizzando le informazioni sui diversi canali (attraverso le associazioni, il comune e la rete internet).
Sempre più spesso il nostro territorio è colpito da precipitazioni anomale; recentemente sono caduti, in pochi giorni, quantitativi di pioggia che normalmente si registrano in diversi mesi: di questo dato occorre tener conto nella prevenzione delle frane. E’ di primaria importanza agevolare la manutenzione dei fossi, la pulizia dei torrenti ed il corretto mantenimento della vegetazione che concorre a ridurre i fenomeni franosi. E’ necessario agire in stretta collaborazione con gli agricoltori: sarà avviata e coordinata con organi preposti una puntuale ricognizione di tutto l’assetto idrogeologico del territorio, per una migliore gestione idraulica, col fine di prevenire dissesti. Saranno realizzati opuscoli informativi sulle procedure adottate dai privati nei casi più comuni, ad esempio la pulizia fossi.
Intendiamo concorrere al potenziamento della multifunzionalità delle aziende agricole locali; sono già attivi accordi per lo svolgimento di servizi di pubblica utilità legati alla viabilità degli automezzi (sgombero neve, pulizia delle scoline) e a quella pedonale (mantenimento e segnalazione dei sentieri), saranno sviluppati progetti per conferire alle aziende agricole nuove funzioni operative nel settore ambientale, secondo le specifiche potenzialità e competenze.
E’ nostra intenzione coinvolgere il Consorzio Castanicoltori dell’Appennino Bolognese e l’Istituto Agrario Luigi Noè per il ripristino del parco boschivo adiacente all’Osservatorio Astronomico, un castagneto ora in totale abbandono, al fine di rendere più piacevole ed attraente il progetto Planetario e Parco delle stelle.

 

Viabilità-Sicurezza
La viabilità è un elemento strategico: il nostro paese deve essere, sia per chi viene da fuori che per i residenti, piacevole, curato, semplice da raggiungere e percorrere. Dobbiamo investire sulla corretta manutenzione delle strade di competenza, in modo che chiunque voglia visitare il paese, le borgate, i boschi e i vari ambienti naturali, possa farlo con facilità e sicurezza. Anche per questo motivo realizzeremo la CONSULTA COMUNALE DEGLI AGRICOLTORI.
Faremo ricorso alle più recenti tecnologie informatiche, utilizzando applicativi gratuiti per cellulari per raccogliere le segnalazioni utili alla corretta manutenzione del territorio.
Molti proprietari ed agricoltori vengono spesso danneggiati dai motociclisti: per rimediare a questo inconveniente attiveremo, grazie anche alla collaborazione con l’associazione Enduroterapia, un progetto per migliorare i rapporti tra i motociclisti che praticano il fuoristrada ed i proprietari e per assicurare il rispetto per l’ambiente; saranno individuati percorsi idonei alla pratica del cross e dell’enduro, la cui indicazione sarà resa disponibile on-line.
Potenzieremo la collaborazione già stretta con le scuole, organizzando corsi sulla sicurezza stradale per studenti delle superiori al fine di responsabilizzare coloro che utilizzano il motociclo: i ragazzi che terminano la scuola secondaria di primo grado sono potenziali utilizzatori di scooter e moto. Abbiamo ottenuto la disponibilità di esperti a livello mondiale a partecipare ad iniziative su questi temi, e ad attivare la “mototerapia” per disabili, proposta che potrebbe concretizzarsi divenendo una eccellenza a livello intercomunale.
Ci impegneremo a monitorare e a stimolare il progetto di ristrutturazione dell’intera linea di trasporti già iniziato dalla RER, dalla TPER e dalla nostra Unione dei Comuni. E’ utile rivedere la reale necessità dei trasporti nell’area montana anche in funzione dei nuovi collegamenti ferroviari con Bologna, in partenza da Pianoro. Se ben organizzate e concordate con le amministrazioni locali, le nuove forme di mobilità potrebbero rappresentare un’ottima occasione di collegamento razionale e rispettoso dell’ambiente per la nostra montagna (metropolitana di superficie). Chiederemo l’utilizzo di mezzi più idonei alle strade di montagna, soprattutto in inverno.
Sicurezza significa soprattutto operare in via preventiva, partendo dall’esame preliminare delle situazioni particolarmente delicate, per offrire serenità a coloro che fanno del territorio motivo di lavoro e di turismo. La si ottiene con una collaborazione continua con la forze di polizia, che devono essere messe in grado di svolgere al meglio il proprio lavoro. Continueremo nella fattiva e concreta collaborazione fra l’amministrazione comunale e gli operatori presenti sul nostro territorio (Carabinieri, Guardie Forestali ecc.) tramite la Consulta per la Sicurezza.
Punteremo anche sulla videosorveglianza dei punti critici per diminuire la frequenza dei furti ed i danni da essi derivati alle persone ed alle cose (ad esempio i furti di rame nei cimiteri ecc.).
La collaborazione interforze ha avuto buoni frutti con la campagna avviata dal Comune di Loiano assieme alla Prefettura, denominata “Futa Sicura”, rivolta alla sicurezza stradale nel nostro territorio, problematica venutasi a creare dall’enorme flusso di motociclisti, molte volte indisciplinati, che confondono la strada provinciale 65 della Futa con una pista. Vogliamo diminuire il più possibile l’incidentalità e la pericolosità dei motociclisti indisciplinati.

 

Sanità- Servizi sociali
L’Ospedale Simiani di Loiano è un punto di riferimento irrinunciabile. Come sappiamo, da tempo se ne teme la chiusura o la trasformazione in una struttura a basso contenuto sanitario, prospettiva sicuramente disastrosa per il nostro territorio. L’Ospedale di Loiano è l’unico presidio sanitario tra Bologna e Firenze ed offre risposte alle esigenze dei cittadini residenti in un’area vasta comprendente Loiano, Monghidoro, parte di Pianoro, parte di Monzuno, parte di Monterenzio, parte di San Benedetto Val di Sambro e parte di Firenzuola. Non può essere messa in discussione la sua funzione di presidio sanitario fondamentale, per garantire il diritto alla salute dei cittadini che abitano nel nostro territorio tanto quanto quello dei cittadini che abitano in altre zone più popolate. Vivere in montagna significa anche sacrificio e buona volontà, significa sapere di non poter usufruire degli stessi servizi della città, ad esempio nel campo dei trasporti, ma anche avere la consapevolezza di non essere cittadini di “serie c”. Il Comitato dei cittadini per l’Ospedale Simiani ha lavorato molto per il presidio ospedaliero, cercando di evitarne la chiusura e il depotenziamento; noi utilizzeremo tutte le armi in mano all’amministrazione comunale per ottenere la garanzia dei servizi, delle prestazioni e delle attività specialistiche necessarie al nostro territorio. Continueremo la collaborazione con il comitato e con gli altri comuni e sosterremo la raccolta fondi già in essere per l’acquisto di apparecchiature importanti da donare all’ospedale. Faremo incontri aperti al pubblico per aggiornare i cittadini sullo stato delle contrattazioni, delle promesse, dei progetti e sulla situazione dell’ospedale.
Organizzeremo incontri conoscitivi al fine di promuovere la conoscenza e la diffusione della figura dell’Amministratore di Sostegno, dedicata alla tutela, in collaborazione con il Giudice Tutelare del Tribunale di Bologna, delle persone in tutto o in parte prive di autonomia. Questa attività rappresenta un valido aiuto per chi deve ritrovare la propria autosufficienza quotidiana, mediante interventi di sostegno temporaneo o permanente da parte di cittadini attivi.
Continueremo, in collaborazione con l’Istituto Ramazzini e le autorità sanitarie, a sostenere le attività di informazione e prevenzione relative alle malattie oncologiche.
Organizzeremo incontri sulle tematiche della genitorialità, degli stili di vita sani, delle manovre salva-vita, della corretta alimentazione, in collaborazione con l’Istituto Comprensivo Statale di Loiano, con il coordinamento pedagogico del Nido, con l’associazionismo locale e con la Croce Rossa, tutti soggetti le cui competenze possono e devono essere valorizzate nel contesto dei propri ambiti di interesse e dei propri interlocutori privilegiati.
Sosterremo il “progetto compiti” presso il Centro Giovanile e la promozione delle relative attività laboratoriali.
Organizzeremo di corsi informatici gratuiti per i cittadini loianesi.
Metteremo a disposizione gratuitamente ai genitori di adolescenti, previo appuntamento, la competenza di esperti informatici che offrano informazioni su come tutelare al meglio i propri figli dai potenziali pericoli derivanti dall’utilizzo della connessione internet tramite cellulari e computer, aiutando, a livello pratico, a configurare correttamente i dispositivi per una maggiore sicurezza.
Ci adopereremo per introdurre sul nostro territorio una buona pratica già presente in altri comuni, quella della “badante di condominio”, che prevede l’impiego di persone qualificate nell’assistenza temporanea ad anziani con modesta disabilità abitanti nello stesso condominio, migliorandone la qualità della vita con impegni economici ragionevoli.
Scuola
L’educazione dei nostri figli è in cima alle nostre preoccupazioni; la didattica è materia specifica degli istituti scolastici ma la realizzazione di strutture idonee è compito dell’amministrazione.
Siamo convinti della necessità di un nuovo edificio per la scuola primaria ed intendiamo recuperare quello vecchio per destinarlo ad attività legate alla cultura: nuovo spazio per la biblioteca, attività culturali, convegni, sale per i giovani e per le iniziative artistiche, corsi, associazioni, ludoteca, foresteria, palestra e tutto quello che riusciremo ad intraprendere per la crescita della comunità.
Nel frattempo cureremo la realizzazione di piccoli interventi urgenti nella struttura intestata al pedagogista Roberto Mazzetti, come una tettoia sulle scale per proteggere i ragazzi soprattutto nel lento deflusso al termine delle lezioni.
Abbiamo a cuore un progetto di educazione civica che sia condiviso dal comune e dalla scuola: la creazione di un organo di rappresentanza degli studenti delle scuole primaria e secondaria di primo grado, un vero e proprio Consiglio Comunale junior, in cui i ragazzi possano trattare le loro problematiche, e rapportarsi in modo diretto con l’amministrazione comunale, secondo il loro punto di vista.
Investiremo su una informatizzazione tecnologica adeguata e moderna delle strutture scolastiche.
Produrremo un progetto orientato al coinvolgimento delle numerose realtà musicali del territorio, in collaborazione con la scuola media (ad indirizzo musicale), la scuola elementare e la scuola di musica della Banda Bignardi, che preveda almeno un evento comune all’anno, con lo scopo di mantenere vivo lo spirito di collaborazione.
Stiamo studiando la fattibilità e la valutazione economico-organizzativa dell’ampliamento dell’orario del Nido Comunale, attualmente attivo solo part-time dalle 7.30 alle 14.00, presso la struttura di Via Sabbioni 18.
Sosterremo fattivamente le iniziative scolastiche e le esigenze presentate dalla Direzione dell’Istituto Comprensivo e dal Consiglio di Istituto. Consolideremo il “progetto di genere” presso le scuole medie.
Una caratteristica importante del nostro territorio è sicuramente la castanicoltura, un settore che ha molte potenzialità inespresse. E’ nostra intenzione collaborare ed incentivare progetti importanti, come quello già in corso con il Consorzio Castanicoltori e l’Istituto Agrario Luigi Noè di Loiano, diretto a creare, attraverso un percorso formativo pratico e teorico, nuove possibilità professionali.
Intendiamo rinnovare il Centro Estivo, rivolto ai bambini residenti e non, affinché investa, oltre che sulla consolidata esperienza della valorizzazione delle strutture sportive territoriali esistenti, sull’integrazione con la realtà dell’Osservatorio Astronomico, del Parco delle Stelle e, nel lungo periodo, con il Planetario in via di realizzazione.

Cultura-Turismo-Attività produttive
La promozione di politiche di rilancio economico e turistico del paese partono dal rilancio del rapporto strategico con i commercianti e con le realtà produttive territoriali, perché da esse dipende in gran parte il benessere di tutta la comunità. Questo tema è e sarà al centro della nostra azione amministrativa.
Ci sembra necessario valorizzare e sostenere le preziose realtà associazionistiche esistenti, in particolare la Pro Loco con la quale è necessario aumentare la sinergia, ma anche altre realtà come il Circolo Cinematografico Amici del Vittoria, non dimenticando la risorsa derivante dal transito stradale della Futa.
E’ indispensabile realizzare una banca dati unica per una migliore organizzazione degli eventi, cercando di evitare la sovrapposizione di manifestazioni tra loro simili e permettendo una pubblicizzazione più ampia ed efficace.
Intendiamo realizzare un progetto di raccolta di documenti relativi alla storia locale (immagini, testi, filmati, atti) provenienti da archivi pubblici e privati per agevolare la svolgimento e la diffusione di studi e ricerche sulla realtà storica del nostro territorio.
Intendiamo dedicare una piccola porzione del municipio all’esposizione di materiali e documenti che testimonino l’evoluzione sociale e culturale della nostra comunità
Attraverso la collaborazione con le realtà artistiche e culturali locali sarà possibile arricchire l’offerta per i frequentatori domenicali, attualmente limitata al mercato, e creare eventi pomeridiani che possano stimolare le persone a fermarsi a Loiano anche dopo l’orario di mercato. Il lavoro svolto dai volontari per scongiurare la chiusura del locale cinema-teatro, ci offre la possibilità di continuare ad usufruire della struttura: occorre offrire un pieno supporto a tutte le attività di spettacolo locali che vi possono essere svolte.
L’amministrazione deve rendersi parte attiva nell’organizzazione di convegni culturali, scientifici, mediatici, informativi e nella realizzazione di interscambi culturali e scolastici con altri paesi europei ed extraeuropei, partendo da quelli di provenienza dei nostri residenti nati all’estero.
Ci impegniamo a promuovere e a valorizzare il nuovo locale situato all’interno del Municipio in Piazza Dante Alighieri come spazio espositivo a disposizione delle realtà artistiche locali.
E’ nostra intenzione sostenere rassegne, festival, convegni attraverso il rafforzamento delle relazioni con altre istituzioni e operatori del settore e la ricerca delle risorse necessarie alla realizzazione di eventi di qualità.
Gli adempimenti direttamente connessi alle competenze comunali (ad esempio la tassa di occupazione del suolo pubblico) vanno rispettati: tuttavia sarà prioritaria la valutazione di una possibile semplificazione e di un forte alleggerimento del peso economico per le iniziative o per i cicli di eventi che, pur rappresentando occasioni commerciali private, rappresentano veicolo di promozione territoriale, culturale e turistica del territorio.
Sarà inoltre oggetto di investimento la creazione di un vademecum riassuntivo di tutte le differenti tipologie di richieste, permessi, pagamenti necessari in occasione dell’organizzazione di feste, eventi, manifestazioni sul territorio.
Verrà insediato un tavolo tematico formato dalle associazioni di categoria delle attività produttive (artigiani, agricoltori, commercianti) che affronti periodicamente le problematiche delle aziende rappresentate che operano sul territorio.
Ci interesseremo per trovare investitori disponibili a realizzare una nuova stazione di servizio con metano, gpl e autolavaggio in una zona adeguata.
Ricercheremo aree vocate a ricezione turistica per la realizzazione di punti di ristoro e campeggio.
Cercheremo di preservare e valorizzare la pineta di Loiano, all’interno della quale valuteremo la realizzazione di una struttura tipo baita. La struttura, che dovrà offrire alcuni servizi di base, potrà essere affittata per iniziative varie, con particolare attenzione al cicloturismo, la downhill e fitness all’aperto e potrà divenire un punto di riferimento didattico per le scuole, con particolare riferimento all’Istituto Agrario Luigi Noè, per la vicinanza con il castagneto di proprietà comunale in cui si sta sviluppando il progetto di controllo biologico del cinipede del castagno svolto dal Servizio Fitosanitario della Regione Emilia-Romagna in collaborazione con il Comune di Loiano, l’Istituto Agrario Luigi Noè ed il Consorzio Castanicoltori dell’Appennino Bolognese.
Continueremo a collaborare coll’osservatorio Astronomico per la realizzazione delle visite guidate”Col favore del buio ”.

Sport-Associazionismo
Il nostro territorio è provvisto di ottime strutture sportive, occorre utilizzarle al meglio.
Alle varie associazioni di volontariato, patrimonio indiscusso di una qualsiasi realtà odierna, si dovranno garantire le collaborazioni per dare continuità alle loro attività.
Costituiremo una CONSULTA DEL VOLONTARIATO con i rappresentanti di tutte le associazione ed eventuali comitati di frazione, avente le seguenti finalità:
- semplificare e rendere trasparenti i rapporti tra le associazioni ed il comune;
- contribuire alla conoscenza, al dialogo ed allo scambio di esperienze tra le molteplici e vitali forze del mondo del volontariato espresse dal territorio;
- individuare le migliori forme per la diffusione capillare delle proposte dell’associazionismo locale;
- incentivare nei giovani la consapevolezza dei problemi e dei casi per i quali un piccolo gesto rappresenta un aiuto fondamentale per chi è meno fortunato ed una grande occasione di arricchimento per chi lo compie, sfruttando le capacità e le competenze di chi, all’interno del nostro gruppo, lo fa già da anni.
Intendiamo costituire una CONSULTA GIOVANILE, per dare ai giovani la possibilità di realizzare eventi da protagonisti nelle varie fasi della realizzazione, dello svolgimento e della conclusione.
Ci impegniamo a ristrutturare gli impianti sportivi esistenti, con attenzione al miglioramento dell’efficienza energetica.
Promuoveremo l’approccio allo sport dei giovani in rapporto con le scuole e agevoleremo l’organizzazione di Giochi della Gioventù, giochi di piazza e campus di promozione delle diverse discipline sportive
Collaboreremo a livello intercomunale, ad un progetto turistico sportivo di avvicinamento ai giovani e meno giovani al mondo delle moto e bici fuoristrada, sotto la guida di professionisti operanti a livello mondiale, realizzando percorsi prestabiliti sul territorio.

 

Internet sul territorio
Le moderne vie di comunicazione passano attraverso il web: i problemi di accesso veloce alla rete telematica ci danneggiano come le interruzioni stradali.
Come sappiamo, molte zone rimangono, purtroppo, scoperte dalla banda larga; oggi non è possibile, soprattutto per una attività produttiva, non essere on line.
Le attuali proposte di mercato porteranno ad un leggero miglioramento, con la copertura delle zone al momento scoperte; tuttavia le caratteristiche morfologiche del nostro territorio lasceranno molte zone scoperte.
Abbiamo individuato una soluzione anche per le zone completamente scoperte e la applicheremo valutando caso per caso, sfruttando la tecnologia satellitare, attingendo a fondi regionali esistenti.
Avvieremo nell’immediato una richiesta di incontro con cittadini e aziende delle zone scoperte da Internet per presentare la proposta ed eventualmente realizzarla, nell’immediato.

AllegatoDimensione
Cittadini in Comune programma elettorale.pdf147.12 KB

- 2017 - Eventi, Feste e Sagre a Loiano
I Comitati 'no-cave' incontrano i cittadini nelle frazioni. Giovedì 17 settembre  a Quinzano
Venerdì 17 febbraio a Loiano il 1° Concorso fotografico  "Scatta la foto al tuo micio" in occasione della Festa Nazionale del Gatto

Centro Raccolta Cosea

 

 

 

canile savena banner

 

 

 

Mappa Loiano