Venerdì, 14. August 2020 - 4:11

Story

5G al Poggiolone, il Sindaco conferma e dà il via libera all'installazione

"Il comune non ha rilevato elementi che supportino una dichiarazione di inefficacia"

Di seguito il comunicato del Sindaco Morganti in merito alla richiesta di installazione di impianto 5G nella zona del Poggiolone di fronte alle scuole elementari e medie. La richiesta era arrivata in Comune il 18 giugno scorso

Le richieste da parte delle compagnie di telefonia di installazione o riconfigurazione nei nostri comuni di impianti per telefonia cellulare destano preoccupazioni in considerazione del fatto che attualmente non esistono studi che possano stabilire se il nuovo sistema di connessione mobile 5G sia più o meno dannoso dei precedenti 2G, 3G e 4G.

A questo proposito la nostra Amministrazione si è immediatamente mossa chiedendo un confronto in Unione per dare risposte il più possibile univoche all’interno dei nostri territori riguardo le richieste di riconfigurazione o nuove installazioni di impianti del 5G.

In Unione il tema è stato affrontato in due diverse riunioni della Giunta, si è deciso di organizzare un seminario informativo sull’argomento che coinvolga tutti i consiglieri e rappresentanti dei comitati presenti sul territorio.

Il seminario in videoconferenza infatti è già stato organizzato e si terrà mercoledì 15 luglio alle ore 14 e vedrà la partecipazione tra gli altri di rappresentanti del Tavolo sul 5G istituito in Città Metropolitana, dell’Ausl, dell’Arpae e dell’Istituto Ramazzini.

Per quanto riguarda il nostro comune si informa che è stata presentata al SUAP una comunicazione (SCIA)  da parte di un operatore della telefonia di riconfigurazione di un impianto già esistente con il sistema 5G presso l’antenna già esistente sita in via Poggiolone, 4.

Dalle informazioni ricevute è emerso che la richiesta rispetta i parametri indicati dalla normativa vigente (DPCM 08/07/2003 e successive modifiche che prevedono un limite complessivo di esposizione in 6 Volt/metro, limite per ora più basso a livello europeo dove si arriva fino a 61 Volt/metro), il comune non ha quindi rilevato elementi che supportino una eventuale dichiarazione di inefficacia della SCIA.

Per quanto riguarda le preoccupazioni riguardanti la vicinanza del plesso scolastico all’installazione del sistema 5G abbiamo avuto ampie rassicurazione da parte di Arpae. Oltre un raggio di 200 metri dall’installazione non esiste più nessun problema di esposizione ai campi elettromagnetici. La parte del plesso scolastico di Loiano più  vicina all’installazione è distante circa 600 metri. Infatti le antenne installate al Poggiolone avevano tenuto in considerazione la presenza dei plessi scolastici. Abbiamo comunque intenzione di richiedere ad Arpae di effettuare dei controlli periodici sui siti sensibili, controlli che verranno messi in programma.

  La richiesta della compagnia di telefonia sarà comunque attivabile solamente a partire dal 1 Luglio del 2022, cioè tra due anni.

Per quella data speriamo di sapere qualcosa di più sugli eventuali effetti del sistema 5G, oppure magari ci troveremo a dibattere su una nuova tecnologia che nel frattempo sarà venuta avanti.

Fabrizio Morganti

data pubblicazione: 
Sabato, 11. July 2020 - 17:14

Commenti

Considererò direttamente, penalmente responsabili tutti coloro che hanno autorizzato ciò anche dopo la fine del mandato

Aggiungi un commento

Back to Top