Sabato, 21. May 2022 - 19:55

Story

La Biblioteca di Loiano, un'eccellenza anche grazie all'AUSER

L'infaticabile Nadia Toni presente anche al banchetto della domenica

I volontari dell’ AUSER sono impegnati giornalmente in diversi servizi fra cui l’ accompagnamento alunni, sorveglianza scolari, supporto nell’allestimento di eventi, gestione del Mercatino del Riuso e tanto altro. Fra questi, bisogna ricordare che si prendono cura della biblioteca e la domenica mattina, fuori dal Municipio propongono libri a prezzi estremamente modici. Un appuntamento ormai consolidato, per far conoscere la biblioteca (un’eccellenza del nostro Comune) e dare la possibilità a tutti di leggere un buon libro.

Ringraziamo la signora Nadia Toni e tutta l’AUSER di Loiano che ogni giorno lavora per l’intera comunità

data pubblicazione: 
Domenica, 23. January 2022 - 19:34

Commenti

In un mondo così dominato dall'egoismo e dal cieco interesse, per fortuna abbiamo i volontari dell'Auser che fanno funzionare la biblioteca. Mamma mia, ma non pensano a portare a casa uno stipendio, né loro né i loro responsabili? Forse sono benestanti o forse vivono di cose spirituali? Scusate, ma io sono un po' curioso,
Alcune domande. Volontari, quindi non guadagnano nulla, vero? E se invece no, quanto guadagnano? Inoltre, quanto guadagnano i loro capi? Quanto costa complessivamente questo servizio "volontario" a noi cittadini? Se svolgono dei servizi utili alla comunità, come il servizio di biblioteca alla domenica mattina, perché il comune non si dota di personale per svolgerlo (i soldi quando si vuole ci sono, baracchina docet)? Come viene assegnata questa generosa opera di carità, con quali procedure e quale pubblicità? I volontari hanno i diritti e i doveri di un dipendente pubblico? Quando trattiamo con loro, devono rispondere del loro operato o a caval donato non si guarda in bocca? Se non hanno lo status di dipendenti pubblici, come è possibile affidare loro beni demaniali (come il patrimonio bibliotecario) e un pubblico servizio?
Siccome il sindaco e l'amministrazione sono molto trasparenti, ci aspettiamo delle risposte chiare, che tutti possano capire, in modo da poter ringraziare ancora più calorosamente questi filantropi.

Ma io mi domando e dico dove siamo arrivati. Invece di ringraziare il sindaco con tutte queste belle cose che ci da aggratis a tutti noi, perché nessuni di noi paga niente per tante cose come la biblioteca, anche se a dire la verità serve a poco, ci vorrebbero delle altre cose per la popolazione perché con i libri non si mangia, ci vanno a chiedere il perché è il percome invece di dire grazie e punto. Volete capire o no che se uno ha un incarico ci sarà il suo motivo, è un uomo tutto di un pezzo, distinto, ammodo, e secondo me ci’á troppa educazione, perche´io ci avrei detto papale papale che non devono immischiarsi di queste cose che non ci riguardano, se li paga o non li paga, saranno ben affari suoi. Uno sará ben libero di regolarsi come vuole e chiamare chi gli pare, o siamo in una dittatura? Senò cosa è sindaco a fare? Ma se sei tanto bravo, perché non vai a fare il sindaco te che sono tutti buoni di fare delle chiacchere, invece dimettere quel nome li della cipolletta, che tanto tutti sappiamo chi sei e inutile che ti nascondi! Piuttosto io questa cosa dei volontari se c’e davvero qualcuni che a voglia di lavorare per poco io li metterei piuttosto ad aiutare gli anziani fuori dai negozi a portare a casa la spesa in modo far tirare su anche il commercio che ha sofferto molto siamo noi le vere vittime della pandemia o, piuttosto passare per lecase per tirare fuori quelli che si nascondono che non si vogliono vaccinare con una scusa o con quell’altra che ce ne sono tanti anche quà in mezzo. Oppure anche portarci la multa a casa quelli non la vogliono ritirare perché sperano di farla franca perché tanti siamo in Italia e solo i fessi pagano soprattutto se cìai un'attivitá.

Aggiungi un commento

Back to Top