Lunedì, 24. June 2024 - 1:17

Story

Il sindaco di Pianoro: “favorevole alle scelte dell' AUSL sulla chiusura del Laboratorio Analisi del Simiani"

Franca Filippini (PD), boccia una mozione contro la chiusura del Laboratorio

Il sindaco di Pianoro, Franca Filippini (PD) ha bocciato la Mozione di Pianoro Civica, contro la chiusura del laboratoprio analisi dell'ospedale di Loiano. Nell'articolo di oggi del Resto del Carlino si riporta che è  “favorevole alle scelte dell’AUSL sulla chiusura del Laboratorio Analisi dell’Ospedale di Loiano”.

Di seguito il Comunicato di Pianoro Civica:

LABORATORIO ANALISI DELL'OSPEDALE DI LOIANO, IL PD PIANORESE TACE SULLA CHIUSURA

In merito alla chiusura del laboratorio di analisi dell'Ospedale Simiani di Loiano il gruppo consiliare di Pianoro Civica condivide integralmente il comunicato fatto dai Sindaci del Distretto in data 16 novembre u.s. che esprime netta contrarietà alla decisione, criticata sia nel metodo (mancata condivisione con Sindaci e cittadini) che nel merito.

Tale chiusura costituisce un depotenziamento dell'Ospedale, unico presidio sanitario del nostro territorio collinare e montano al quale fanno riferimento i cittadini di molti comuni dell'Appennino, Pianoro compreso.

Il laboratorio viene 'sostituito' dai POCT, macchinari che però, come ha sottolineato anche l'Ordine dei Medici di Bologna, dovrebbero essere integrativi rispetto al servizio fornito dal laboratorio e non sostitutivi in quanto la gamma degli esami eseguibili con i POCT non è al momento sovrapponibile né numericamente né come metodica a quelli di un laboratorio. Oltre a comportare problematiche di vario genere in quanto i POCT verrebbero utilizzati da personale infermieristico e non da tecnici appositamente formati, infermieri il cui tempo di lavoro andrebbe sottratto all'assistenza ai malati, vera priorità della loro figura professionale.

Con il comunicato del 16 novembre, firmato da tutti i Sindaci del Distretto, indipendentemente dalla loro provenienza politica, era stato dato un segnale forte e di compattezza nei confronti della Regione e della Asl. Oggi purtroppo dobbiamo dare notizia del fatto che il fronte compatto dei Sindaci contrario alla chiusura non esiste più.

Pianoro Civica infatti in occasione dell'ultimo Consiglio Comunale ha presentato un ordine del giorno a integrale sostegno della posizione assunta dai Sindaci in quel comunicato, invitando la Sindaco Franca Filippini (firmataria del documento) ad intraprendere ogni azione, sforzo e pressione presso le sedi competenti per evitare la chiusura del laboratorio.

Tale ordine del giorno è stato bocciato dal gruppo di maggioranza del PD (ha votato a favore Fratelli d'Italia mentre si è astenuta Pianoro a più voci). Il gruppo consiliare del PD di Pianoro sostiene di non avere elementi per valutare se il servizio, a suo dire 'modificato', sarà migliore o peggiore. Anche la Sindaco Filippini, che il 16 novembre evidentemente aveva abbastanza elementi per decidere di esprimere la sua contrarietà alla chiusura, oggi sembra avere cambiato idea.

L'amministrazione pianorese dunque si sfila dal fronte del no e si allinea sostanzialmente alla decisione assunta nella seduta della Conferenza Territoriale Sociale e Sanitaria Metropolitana a inizio novembre.

Resta la critica al metodo (mancata condivisione) ma non sul merito della chiusura, sconfessando di fatto quanto sottoscritto nel comunicato dalla Sindaco poco più di un  mese fa. Come Pianoro Civica siamo molto rammaricati dell'atteggiamento del PD di Pianoro e della retromarcia della Sindaco Filippini.

Pensiamo che si dovrebbe avere il coraggio di chiamare le cose con il loro nome: qui siamo davanti ad un servizio tagliato, non ad un servizio 'modificato' come viene affermato dalla maggioranza.

Da parte nostra come gruppo consiliare continueremo la nostra battaglia contro il taglio dei servizi sanitari e a favore del potenziamento di un presidio così importante come l'Ospedale di Loiano, e saremo sempre a fianco di tutti i Sindaci che lo vorranno sostenere.

I Consiglieri di Pianoro Civica

Luca Vecchiettini

Pier Luigi Rocca

Giulia Tovoli

data pubblicazione: 
Venerdì, 30. December 2022 - 19:54

Commenti

Buongiorno,
Ancora una volta ci sono esponenti del PD che pensano prima al partito che alla gente.
A pensar male si farà anche peccato ma a volte è inevitabile.

"Il gruppo consiliare del PD di Pianoro sostiene di non avere elementi per valutare se il servizio, a suo dire 'modificato', sarà migliore o peggiore."

Se non ci sono elementi per valutare che il servizio sarà migliore non si fa e si lotta per bloccare i cambiamenti in attesa di prove certe, non si rischiano peggioramenti sulla pelle dei cittadini e sui posti di lavoro altrui.

Sono tutti allineati alla volontà del partito (PD) che per anni ha sempre espresso posizioni vicine agli operai e a quanti si riconoscevano nella loro politica. Si sono mostrati per quello che veramente sono, arroganti, supponenti e lontano da quello che chi li ha votati per anni sperava difendessero. Loro sono il PD e per questo pretendono che non si facciano domande ma solo accettare quello che decidono nelle stanze del potere Bonaccini e i suoi sudditi.
Questi sono peggio della destra …

"Diversamente funzionante"

Aggiungi un commento

Back to Top