Mercoledì, 20. October 2021 - 12:13

Story

Cinema Vittoria Loiano

Agli Utenti della sala cinematografica

 

Come forse Vi è noto, la tecnologia delle sale cinematografiche è in forte ed irreversibile evoluzione. Se da un lato vi è la tecnologia 3D, che ancora una volta, come già avvenne in passato, non ha del tutto ‘sfondato’ e pare destinata a rimanere confinata in alcuni ambiti, come il film fantastico ed il ‘cartoon’, dall’altro si è invece avuta una accelerazione nella modifica del supporto dell’opera cinematografica, nell’ottica di una semplificazione distributiva.

In particolare, già da alcuni anni i film vengono distribuiti sia nel tradizionale formato analogico e cioè su pellicola in bobine, sia nel nuovo formato digitale e cioè su un supporto informatico, più maneggevole e meno costoso. In futuro è addirittura prevista la completa eliminazione del supporto e la trasmissione del ‘file’ attraverso un apparato di ricezione satellitare.

 

Con il 31 dicembre , però, questo ‘doppio binario’ distributivo verrà in Italia a cessare e le sale cinematografiche che non vogliono chiudere devono quindi affrontare un considerevole investimento, sull’ordine di 60/70.000 Euro per ogni schermo. Il Cinema Vittoria, ove voglia sopravvivere, non può ovviamente che adeguarsi a questa ‘rivoluzione tecnologica’ e la Parrocchia proprietaria, investita del problema, ha dato la propria piena disponibilità, con l’aiuto di alcune provvidenze pubbliche, ad effettuare questo importante investimento, così da salvare la funzione della ‘Sala della Comunità’ che, come dice il nome, è a servizio dei Parrocchiani e più in generale della comunità locale.

Purtroppo, però, la generosa disponibilità della proprietà non è sufficiente a garantire la prosecuzione dell’esercizio cinematografico poiché la gestione delle attività commerciali del cinema è stata negli ultimi anni caratterizzata da un costante calo dello sbigliettamento e, pur in presenza di un totale volontariato gratuito degli operatori, nella stagione 2012/2013 la perdita è stata di parecchie migliaia di Euro.

Chi Vi scrive si occupa ormai da 12 stagioni del Cinema, quale Fiduciario della Parrocchia, e lo ha sempre fatto per passione e non per obbligo. Tuttavia, di fronte ai problemi finanziari anche la passione deve fare i conti con la realtà: se viene fatto l’importante investimento oggi indispensabile per evitare la chiusura, occorre avere una ragionevole probabilità di mantenere aperta la Sala per un periodo minimo di almeno 5 esercizi, e se perdurasse il trend precedente non vi è nessuna garanzia di sostenere questo risultato. Di fronte a questo problema, avevo quindi maturato la decisione di non riaprire il Cinema dopo la pausa estiva, evitando così di dar luogo ad investimenti non recuperabili né in termini economici né in termini di utilità.

Le persone alle quali ho anticipato tale decisione, tra le quali le Amiche e Amici del Vittoria riuniti nell’Omonimo Circolo, mi hanno però manifestato il loro dispiacere e sollecitato a tentare ogni soluzione per ‘non mollare’. Anche tante persone che incontro per la strada mi hanno chiesto di continuare, ed anche l’Amministrazione comunale e alcune realtà economiche locali hanno espresso sensibilità al problema. Ho deciso quindi di riaprire la Sala almeno fino al 31 dicembre 2013 per avere il tempo di valutare meglio la situazione, confidando che ci sia qualche segnale di maggior partecipazione  degli spettatori, che darebbe a me, e più ancora ai volontari che da tanti anni si impegnano pesantemente, la speranza di poter mantenere in vita quella che senza dubbio più che una iniziativa imprenditoriale è un’utilità per la Comunità locale.

Certo, è possibile che la programmazione cinematografica di questi anni non possa aver corrisposto ai gusti di tutti i potenziali spettatori, ma la scelta di puntare su una cinematografia ‘di qualità’ è derivata non slo dalla volontà di distinguersi dalle scelte marcatamente commerciali delle Multisale (con le quali non ha senso misurarsi) ma anche dalla speranza di contribuire con lo spettacolo cinematografico alla crescita culturale, nelle accezioni più ampie e varie del termine cultura, ed alla affermazione di valori positivi che oggi abbiamo tanto bisogno di recuperare e salvaguardare.

Al fine di facilitare una maggior partecipazione del pubblico, stiamo sviluppando, anche in accordo con il Circolo Amici del Vittoria, iniziative per aumentare l’offerta della Sala, sia in termini di numero di proiezioni, sia in termini di contenuti, sia infine in termini di offerte e sconti.

Per il momento, volendo limitare l’orizzonte da qui alla fine dell’anno, abbiamo predisposto un ‘Programma Fedeltà’ con il quale premiare gli Spettatori che vorranno intensificare la loro presenza. Vi invitiamo quindi a ritirare una tessera che Vi consentirà, se vorrete, di beneficiare di un forte sconto al raggiungimento di 10 accessi prima del 31 Dicembre.

Ringrazio fin d’ora per l’attenzione che avete dedicato alla lettura di questo messaggio, confidando di poterVi ospitare ancora al Cinema Vittoria.

Riccardo Ascari

data pubblicazione: 
Domenica, 22. September 2013 - 17:52
Taxonomy upgrade extras: 

Commenti

Sono contento che si tenti di tenere aperto il cinema, ed ammiro profondamente ogni sforzo effettuato in tale direzione. Temo però che questi sforzi siano vani, a meno di una netta inversione di tendenza nei modi di comportarsi dei cittadini. Si è infatti diventati un pò tanto (non sò giudicare se "troppo") pantofolai, e spesso "fà fatica" uscire di casa per andare al cinema a vedere un film che puoi comodamente guardarti in streaming dopo qualche settimana sdraiato sul divano di casa.
Vi faccio comunque il mio in bocca al lupo

Aggiungi un commento

Back to Top