You are hereLa "pulizia" del Savena e trenta ettari di boschi distrutti. Se ne parla a Rastignano venerdì 5 dicembre

La "pulizia" del Savena e trenta ettari di boschi distrutti. Se ne parla a Rastignano venerdì 5 dicembre


La "pulizia" del Savena e trenta ettari di boschi distrutti. Se ne parla a Rastignano venerdì 5 dicembre

Un appuntamento da non perdere per rispondere alle tante domande e perplessità sorte in questi mesi.

Le rive del Torrente Savena (Pianoro, Bo), sono state denudate e oltre 30 ettari di boschi sono stati distrutti. 

Era un intervento necessario ?

La sicurezza idraulica è aumentata?

Ne parliamo con il Dr G. Sansoni di Legambiente ed il WWF Bologna Metropolitana.

Venerdì 5 dicembre 2014 ore 21,00

alla loggia della Fornace (via Ligabue, 3 Rastignano Bologna)

Pubblicato il : 
Vota l'articolo
Iniziativa indubbiamente interessante, ma chi darà le risposte “…..alle tante domande e perplessità sorte….” ??? Forse il WWF ? O forse Legambiente ? Non c’è forse il rischio di una conversazione a senso unico visto che le uniche critiche all’operazione di “distruzione” sono arrivate proprio dal WWF ? Un paio di mesi fa, quando il WWF ha gridato allo scempio, il suo presidente ha addirittura annullato l’accordo di collaborazione sottoscritto con il Comune di Pianoro di un programma di piantumazione di nuovi alberi già operativo da tempo. Perché il WWF non invita all’incontro qualche sindaco dell’entroterra ligure o parmense a raccontare la propria, recente, esperienza in materia di pulizia dei torrenti? Forse ne uscirebbe un interessante contraddittorio. Oppure potrebbe portare interessanti e qualificati argomenti anche l’Ing. Petri, direttore dell’Autorità di bacino, il quale qualche settimana fa ha chiuso la bocca ai tanti azzeccagarbugli più o meno verdi che hanno gridato allo scandalo.
il bosco di latifoglie in Appennino lo si utilizza e lo si taglia da secoli. lo si taglia e poi ricresce...governo a bosco ceduo... nel caso in oggetto stiamo poi parlando di bosco cresciuto dentro all'alveo del fiume, non sui terrazzi, in quello che 50 anni fa era alveo, lo si può vedere dalle foto aeree... il bosco ricrescerà in fretta e se nessuno lo gestirà riempirà di nuovo l'alveo e l'acqua si porterà a valle i tronchi dei pioppi maturi... il Savena a valle di Pianoro non è wilderness, oramai ce lo teniamo così com'è, con i capannoni sui terrazzi fluviali al posto del bosco (che là poteva starci) Woody

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.

Per verificare l'esattezza dell'indirizzo cliccando su 'salva' ti verrà spedita una email.

Clicca sul link che troverai nella tua casella mail per completare l'inserimento del commento!

Controlla sempre l'esattezza della tua email prima di salvare o riscrivila se ti segnala errore.

Grazie per la collaborazione.

 

 

Inviando questi dati tu accetti un controllo antispam da: Mollom privacy policy.