Mercoledì, 23. June 2021 - 6:30

Story

Raccolti € 2.685,00 per "Alza l'Asta"

Pubblicato il consuntivo della raccolta fondi

A seguito dell'iniziativa organizzata dall'Amministrazione Comunale denominata "Alza l'Asta", tenutasi il 14 dicembre 2014 i cui proventi saranno destinati alla costruzione della tettoia esterna delle Scuole Elementari Mazzetti di Loiano, siamo lieti di comunicare che l'incasso totale è pari ad € 2.685,00.  

Questo ottimo risultato è stato possibile grazie allo spirto di collaborazione e di solidarietà di coloro che hanno donato oggetti e che hanno partecipato all'evento. Un sentito grazie va a tutte le persone che hanno sostenuto e risposto positivamente a questa iniziativa di solidarietà verso il proprio paese.

(fonte: sito del Comune)

data pubblicazione: 
Martedì, 13. January 2015 - 10:40

Commenti

Il primo metro quadro di tettoia si può acquistare, ancora venti aste e il lavoro è fatto !!

Non male, ma quando inizieranno i lavori per il primo quadrato della tettoia?? Ma i lavori per la scuola nuova ? Inizeranno?????

Se realmente ci fosse la volontà di fare la scuola nuova e spero che sia così, perché investire soldi in un edificio completamente da ristrutturare? Se davvero i lavori per la scuola nuova inizieranno nei prossimi mesi(siamo già a metà gennaio!) perché fare una tettoia o mettere dei w.c. nei bagni? A me sembrano soldi spesi male. Qualche dubbio viene!

io ho la risposta :poche idee ma ben confuse.
Ad occhio si brancola decisamente nel buio e non si capisce la direzione.Inoltre siamo ancora in attesa di capire qual'è l'idea di tettoia, quanto grande , quanto costa, quando realizzarla ecc.ecc.. l'idea è che si sia partiti con una iniziativa di raccolta fondi per la tettoia solo per dare credito a delle richieste senza fare nessuna valutazione.Vietato mettere le mani in tasca perchè presto si potrebbe inciampare

Per risparmiare la tettoia potrebbero realizzarla i nostri artisti loianesi, si perché a noi la fantasia non manca! Io la chiamerei sperantettoia ( tipo speranzalbero). I bambini potrebbero attaccarci i loro bigliettini, già me li immagino: Cara sperantettoia facci avere una scuola bella. Una scuola colorata con un bel giardino e con delle belle mense, con dei bei bagni adatti anche ai bambini meno fortunati! Cara sperantettoia aiutaci tu! La speranza è l'ultima a morire.

al di là del folklore espresso nell'intera kermesse, resta il fatto che non si sa se i fondi per la scuola nuova sono disponibili o se lo saranno e sul punto l'amministrazione dovrebbe rispondere al quesito che a quanto pare è ricorrente e sale ormai da tutti. L'altro punto è che intanto i bambini si bagnano e allora mi pongo una domanda alla quale probabilmente altri hanno già fatto ma mi sono perso la risposta: poiché dall'interno della scuola si arriva alla palestra alla quale si accede dal retro e dato che i genitori nell'attesa bloccano il traffico, perché non viene consentito loro di raggiungere la palestra sul retro ad accogliere i ragazzi sotto i loro ombrelli? si sgombrerebbe la strada, si risparmierebbe sulla tettoia e sulla "quaestio" della raccolta fondi, con scolari asciutti ... Ditemi dove sbaglio. Se così non può essere, non comprendo come mai il Comune non stanzi i denari necessari, visto che la precedente amministrazione dice di avere lasciato il bilancio in forte attivo.

Gentile signor Albini, io potrei anche essere d'accordo con lei, mi chiedo però se la priorità fosse una tettoia quando la scuola elementare di Loiano necessità decisamente di una ristrutturazione. Personalmente Ritengo che la scuola elementare di Loiano sia una bella scuola, con aule ampie, in posizione centrale, quindi comoda. Se dipendesse da me sceglierei la ristrutturazione della stessa rispetto alla costruzione di una scuola nuova, anche se bisogna tenere in considerazione la mancanza di spazi per la mensa, perché ora i bambini nel momento del pranzo sono "infilati" in tutti gli spazi possibili immaginabili. Per quanto riguarda la tettoia, mi scusi ma la trovo veramente inutile, intanto perché c'è un portico che protegge i bambini e poi perché da anni hanno inventato un oggetto che si chiama ombrello e quindi scarterei anche l'ipoteso dell'entrata dalla palestra. Penso che i nostri bambini abbiano il diritto di prendere due gocce di pioggia e di godere del sole , del vento della vita in generale! E sarebbe ora che gli adulti si occupassero di questioni più importanti invece che far cavolate! Inoltre penso che sarebbe corretto da parte dell'amministrazione informare i cittadini su questioni così rilevanti. La saluto cordialmente. L'anonimo della sperantettoia

Buongiorno, sono costretto a rimanere anonimo poiché lavoro in un comune vicino al vostro. Chiedo scusa per questo. L’affermazione che l’amministrazione precedente ha lasciato un grande attivo mi sembra alquanto improbabile. I comuni devono poter chiudere i bilanci possibilmente in pari. Spesso, e soprattutto da qualche tempo, questo risulta essere un esercizio di grande difficoltà, e non certo perché ci sono soldi in più che non si riescono a spendere, ovviamente è il contrario. Questo porta a dover fare spesso tagli dolorosi e che inevitabilmente molti cittadini non percepiscono, riducendo le spese di ciò che è più superfluo (scusate il termine), lasciando possibilmente inalterate le spese assolutamente necessarie, vedi servizi alla persona. In più lo Stato si dimostra sempre più avaro quando si tratta di dare. Detto questo, se esiste un attivo molto alto, probabilmente la pianificazione è stata poco lungimirante, ma in ogni caso, alla fine di ogni anno viene effettuato “l’assestamento di bilancio” per sistemare proprio le voci che non sono corrette. Quindi mi permetto di dire che l’affermazione qui riportata non può essere veritiera. Non metto assolutamente in discussione la buona fede di chi ha scritto il post, credo però che la fonte non sia molto attendibile e se lo è si tratta sicuramente di una spavalderia. Finisco con una considerazione. Sono assolutamente contrario alle cave per tutti i sacrosanti motivi che avete scritto, ma mi sento di poter dire che la cifra che entrerebbe nelle casse del comune è di assoluta rilevanza per un comune piccolo come Loiano. Forse pochi conoscono le dinamiche del bilancio di un comune. Per il mio comune è oro, credo che per Loiano sia lo stesso. Grazie per la pazienza di avermi letto.

il dato l'ho letto da qualche parte, cercherò di risalire alla fonte, mi spiace per la non veridicità' del dato che ho diffuso. Circa gli introiti delle cave, la salubrità non ha prezzo e ci si sta muovendo non per non avere le cave, bensì per averle senza distruggere l'habitat ed avere lo scempio annunciato. Si tratta di proporzioni: se sono previste 4 tonnellate per tutta la provincia, perché 2 devono venire da loiano? Si tratta di conflitto tra interessi pubblici: il comune deve tutelare il paesaggio, l'acqua, gli animali, l'aria et cenere. Si tratta di correttezza amministrativa: chi amministra è lì per servire la cittadinanza, quindi deve sentirla prima di ogni cosa che intende fare; occorrono referendum per ogni argomento, la maggioranza si impone. Si tratta di partecipazione: non si può recepire quanto "suggerito" altrove e non dire nulla a chi poi ci rimette. Uno studio dice che c'è l'aria migliore della provincia, perché mai devono guastarla? Da qui si vede la striscia di inquinamento su bologna, e daLa pianura si viene qui per il verde, ma per il resto o si è dimenticati o si è aggiogati. È tempo di cambiare: partecipazione, turismo, progettazione. Non solo nei programmi elettorali. Purtroppo, invece, le strutture amministrative ci portano ad essere la periferia decisionale, le scelte vengono fatte altrove e imposte poi alle minoranze. Ma ci si ricordi che democrazia è tutela delle minoranze, non di tat delle maggioranze. Anche perché chi detiene il potere in realtà ha ben poca rappresentatività, sia per le astensioni sia per le piccole differenze di voti. Infine, la salubrità non ha prezzo. Cordialmente. Cfa

Integro quanto già detto per sottoporvi altre tre considerazioni: intanto, 8000 e. al mese non sono niente a fronte dei quasi 2000 giornalieri per il servizio rifiuti e quindi è su tale ultimo fronte che va spostata l'attenzione: primo, non spendere. Ci sono comuni che non fanno pagare tasse se non minime, in forza di una politica lungimirante, che parte da lontano e che sfrutta tutta la tecnologia possibile. Non cave, torbiere e miniere, ma green. Se si ragionasse sul geotermico (costo zero) con un unico impianto per tutti, ad esempio, si risolverebbe in radice anche il tema delle biomasse.
Inoltre, se gli 8000 e. serviranno poi per il controllo sulle cave, diventa inutile incassarli, perché poi bisogna spenderli. Terzo: se alla fine dello sfruttamento per qualunque ragione non v'è il ripristino, il comune deve provvedere e certo i denari incassati non basterebbero .... Sull'aspetto ripristino in particolare e alberi in generale, poi, vi sono moooolte altre considerazioni da fare, prossimamente su questi schermi o su altri. I migliori saluti. cfa

Aggiungi un commento

Back to Top