Giovedì, 5. December 2019 - 18:11

Story

Segnalazione dissesto stradale a Barbarolo

Una lettera aperta da parte di cittadini della frazione

Riceviamo e pubblichiamo

 

 

Gentili rappresentanti della Pubblica Amministrazione,

Vi scrivo a nome mio e dei miei compaesani di Barbarolo per chiederVi che venga fatto il dovuto ripristino della sede stradale di via Barbarolo, nella quale come Voi sapete si e' aperta una voragine nella carreggiata lunga 3 mt profonda 40 cm. ormai da piu' di un anno.

Non riteniamo che 3 cartelli ribaltati e coperti dall'erba alta possano garantire la sicurezza stradale di chi transita (immaginatevi lo scorso inverno con la neve cosa si vedesse)  e se per Voi i cartelli sono tutela legale, è comprensibile, ma non è così che si risolvono i problemi e tutti speriamo che prima o poi qualcuno non si faccia male veramente. 

Detto questo, resta il fatto che è responsabilità della Pubblica Amministrazione la manutenzione/ripristino delle pubbliche strade, dovrebbe essere superfluo doverlo ricordare.

L'unica cosa che puo' fare un cittadino è segnalare, ma siccome lo sapete già e nessuno interviene, non ci resta che scriverVi ancora.

Stiamo parlando di sicurezza pubblica non di una fontanella al parco, crediamo sia molto importante intervenire celermente, con la serietà e l'impegno che una amministrazione virtuosa dovrebbe avere e di cui i cittadini, concedetecelo, avrebbero diritto.

Non Vi nascondo inoltre che personalmente sono molto dispiaciuto di vedere all'inizio e alla fine di via Barbarolo il divieto di transito ai cicli e motocicli (propio per i suddetti motivi di sicurezza) perchè è uno dei tratti più belli del nostro amato appennino, che vorrei vedere valorizzato a testa alta.

Sappiamo ormai tutti che i fondi economici concessi sono pochi, non vi biasimiamo, ma anche noi di vite ne abbiamo una sola e affianco a quel buco, spesso incrociando un trattore, ci passiamo tutti i giorni.

RingraziandoVi per l'attenzione,

Vi auguro buona giornata.

Andrea Faggi 

 

agosto 2015

data pubblicazione: 
Martedì, 11. August 2015 - 20:47

Aggiungi un commento

Back to Top