Mercoledì, 23. June 2021 - 6:49

Story

Il Comune perde una causa da € 60.000 di venti anni fa

Per 'omessa vigilanza' sui lavori della Edilpianoro a Barbarolo

Un debito fuori bilancio di  € 62.053,60 si abbatte sulle casse comunali dopo la sentenza della Corte d’Appello n. 1461/2018 (che pubblicheremo appena verrà affissa sull’Albo Pretorio), che ha visto condannare il Comune di Loiano.

Il tutto inizia negli anni novanta con la costruzione di un insediamento residenziale denominato La Guarda (località Barbarolo), realizzato dalla Edilpianoro. Il sig Eolo De Maria contesta l’inesistenza di una adeguata e regolare rete fognaria di questo nuovo insediamento che scarica acque reflue nel suo fondo dove ha in progetto di realizzare un Bed & Breakfast . Il De Maria chiama in causa anche il Comune che - come riporta nel ricorso - ha omesso di vigilare sul regolare andamento dei lavori “portati a termine con scarichi senza autorizzazione, senza regolare allacciamento fognario ed anzi con scarichi a cielo aperto, che andavano a riversare sul fondo”.

Nel 2005 il sig De Maria cita in giudizio  la Edilpianoro ed il Comune di Loiano (Sindaco Giovanni Maestrami), chiedendo un risarcimento di oltre 2 milioni di euro, ma perde la causa in Primo Grado. Nel 2012 ricorre alla Corte d’Appello che nel 2018 ribalta la sentenza di primo grado e condanna sia Edilpianoro che il Comune al pagamento della somma di € 100.000,00 oltre a spese ( € 19.000,00 oltre a Cpa e IVA).

Arriviamo ad oggi quando il Revisore dei Conti del Comune di Loiano indica di inserire  fuori bilancio  il debito dell’Ente, appunto per la somma di € 62.053,60. Per quanto riguarda invece la causa, il Comune ha deciso di ricorrere in Cassazione (terzo grado di giudizio).

Durante l’ultima Commissione, affrontando questo punto all’ordine del giorno, è stato sottolineato che i fatti si sviluppano indicativamente da metà anni novanta sino al 2004 (attendiamo di vedere tutti i documenti per comprendere esattamente l’inizio della vicenda). Anni in cui si sono avvicendate tre Amministrazioni (Romano Nascetti 1994-1999; Diana Colazzo 1999-2004; Giovanni Maestrami 2004-2009). Nelle prime due l’attuale Sindaco Fabrizio Morganti ricopriva il ruolo  di Consigliere di Maggioranza e di Assessore al Bilancio ma ha dichiarato di non ricordare nulla a riguardo.

Il debito fuori Bilancio verrà votato nel prossimo Consiglio Comunale

NB il post è redatto sulla base della documentazione disponibile oggi pubblicamente e su quanto emerso durante la Commissione del 16 luglio 2019. Eventuali errori od omizzissioni verranno corretti una volta presa visione di tutti gli Atti

AllegatoDimensione
PDF icon causa comune2.pdf1.51 MB
PDF icon causa comune1.pdf140.06 KB
data pubblicazione: 
Venerdì, 19. July 2019 - 7:08

Aggiungi un commento

Back to Top