Martedì, 1. December 2020 - 0:34

Story

Andata deserta la Gara per l'affidamento del Servizio rimozione neve dalle strade di Loiano

Gli Operatori da temo chiedevano un incontro per esporre le varie problematiche

Nessuna azienda ha presentato offerte per l’affidamento triennale del Servizio spazzamento neve dalle strade comunali di Loiano. Durante l’ultima Commissione Consiliare del 22 ottobre, il Capogruppo di Minoranza Zappaterra ha chiesto aggiornamenti in merito all’affidamento del Servizio, scaduto lo scorso inverno e che da quest’anno necessitava appunto di un nuovo Bando. Il Sindaco Morganti ha risposto che  diverse Aziende hanno partecipato alla Manifestazione di interesse ma non hanno poi inviato offerte, facendo andare la Gara deserta.

Il sindaco ha riferito che proprio ieri ha incontrato i titolari delle aziende interessate (che sembra chiedessero da mesi un incontro per esporre le loro problematiche), e che in sostanza chiedono maggior assicurazioni in caso di eventuali danni durante lo svolgimento del servizio, un maggior controllo nella percorribilità dei percorsi da parte delle Autorità, un supporto negli interventi collaterali come il taglio di rami e alberi (che in caso di grandi nevicate ostruiscono il passaggio). Secondo gli Operatori, il Bando richiedeva poi requisiti mai chiesti prima (che possono pregiudicare anche una partecipazione), un periodo di impegno più lungo a fronte di una retribuzione minore rispetto ad altri appalti.

Nella replica, il Capogruppo di Minoranza Zappaterra si è detto sorpreso che si scopra solo oggi, alle porte dell’inverno, dell’esistenza di queste problematiche e chiede perché non si siano affrontate quando se ne aveva tempo. “Non vorrei che si ripresentasse la situazione di tre anni fa con il Servizio spargimento sale, quando dopo due bandi andati deserti si arrivò ad un affidamento diretto che costò all’Ente più del 30%. Che arrivava l’inverno si sapeva così come si sapeva da tempo che il Bando era scaduto" ha sottolineato il Capogruppo

Il sindaco ha risposto che ci sono stati ritardi da parte del Unione e che la chiusura della Gesco ha comportato difficoltà organizzative

Adesso l’Ente sentirà direttamente le Aziende per capire chi sarà interessato ad affidamenti diretti

E’ possibile seguire il dibattito QUI dal minuto 41 e 50”

data pubblicazione: 
Venerdì, 23. October 2020 - 8:09

Aggiungi un commento

Back to Top