Lunedì, 27. May 2019 - 12:06

Partito Democratico

Fusione dei Comuni, turismo, ambiente, fra i punti programmatici del PD di Monghidoro in vista delle prossime elezioni amministrative

Il primo incontro pubblico per presentare anche la squadra di lavoro

Fusione dei comuni, turismo, lavoro, servizi, ambiente, sono fra i punti delle linee programmatiche presentate l’8 aprile  a Monghidoro dal Partito Democratico, in vista delle prossime elezione amministrative (5 giugno).

Si è trattata della prima uscita pubblica del PD locale in vista della tornata elettorale che vedrà un candidato Sindaco ancora da nominare ed una squadra in via di composizione.

Un pubblico numeroso (fra cui diversi loianesi) e sul palco i referenti locali del Partito e la ‘squadra di lavoro’ che sta sviluppando il programma. Apre l’incontro Loriano Amadori che ripercorre il periodo che ha visto inizialmente supportare l’attuale Sindaco (Alessandro Ferretti non verrà però mai nominato) e due anni fa uscire dalla maggioranza.

 “Fino a due anni fa eravamo in maggioranza e ne siamo usciti in maniera dolorosa. Cinque anni fa, facendo una scelta altruistica, abbiamo rinunciato ad esprimere un nostro candidato sotto il nostro simbolo perchè  abbiamo creduto in un reale cambiamento. Cambiamento  che  però non c’è stato ed i problemi iniziali sono ancora tutti sul tavolo” Aggiungendo poi:  “per attuare realmente un cambiamento non bisogna guardare in faccia a nessuno ed il futuro nostro Sindaco governerà in piena autonomia e nessuno influenzerà le sue scelte se non il gruppo che lo affianca”.

Un riferimento poi al candidato avversario: “Che sia chiaro che noi siamo nettamente opposti alla candidata Barbara Panzacchi ed alla sua lista che non si propone come cambiamento ma come restaurazione. Ciononostante confidiamo che con chiunque vinca, si possa instaurare un rapporto collaborativo”.

A seguire Antonio Cornelio ha presentato alcuni dati (poco confortanti), relativi agli indici  demografici di natalità, vecchiaia, immigrazione, età eccetera. Elencate le problematiche relative all’aumento di una popolazione di ultrasessantenni, con pochi giovani e scarse opportunità di lavoro e divertimento. “I candidati saranno  misurati su questi problemi senza più antistoriche distinzioni fra sinistra e destra”.

Un cenno anche alla difficile situazione della Stampi Group e del presidio dei lavoratori rimasti senza stipendio e senza lavoro. E’ stato ricordato che il Partito Democratico è in prima linea in Regione per cercare una soluzione. Localmente è stato organizzato un pranzo per il 17 aprile  il cui ricavato sarà devoluto totalmente ai lavoratori.

Poi l’elenco dei punti su cui si svilupperà il programma. Ne riportiamo alcuni:

Turismo: sviluppo dell’Alpe in accordo con i proprietari, reti turistiche insieme alla Città Metropolitana, attenzione alle possibilità date dai fondi europei e regionali, riqualificazione de Il Faro con il progetto già sviluppato, decidere come utilizzare l’area artigianale

Fusione dei Comuni: la fusione con altri comuni è necessaria non solo per i fondi regionali che vengono messi a disposizione, ma anche per avere servizi omogenei con altri comuni (per esempio Pianoro). Le fusioni devono procedere senza snaturare il senso di appartenenza al paese ma ottimizzando le possibilità organizzative date da queste unioni.

Scuola, Asilo: “quanti asili si potevano fare con i soldi spesi per l’area artigianale?”.

Elezioni Amministrative a Monghidoro, venerdì 8 aprile incontro pubblico del Partito Democratico "Scegliamo insieme il futuro di Monghidoro"

Alle ore 20,45 in Sala Comunale

Venerdì 8 aprile alle ore 20,45 in Sala Comunale, si terrà un incontro pubblico organizzato dal Circolo locale del Partito Democratico, dal titolo "Scegliamo assieme il futuro di Monghidoro - Le primarie delle idee".

Presentazione di un progetto da condividere per la risoluzione dei problemi di Monghidoro e la definizione di un suo possibile sviluppo futuro, con Sergio Maccagnani membro della Segreteria provinciale Responsabile degli Enti locali.

Elezioni Amministrative a Monghidoro, Partito Democratico: "archiviamo la negativa precedente esperienza"

Venerdì 8 aprile incontro pubblico "per creare un progetto alternativo a quello di centro-destra"

Dopo l’ufficializzazione di Barbara Panzacchi come candidata  alla carica di Sindaco a Monghidoro, il Partito Democratico locale si avvia a creare una lista nuova ed alternativa a questo 'progetto di centro-destra' .

Per venerdì 8 aprile alle ore 20,45 in Sala delle Conferenze, è stato quindi organizzato un incontro pubblico nel quale “verranno presentate le linee guida che potranno essere arricchite con il contributo di tutti e che andranno a costituire il programma di mandato”.

Nella nota diffusa dal Circolo PD si specifica anche che il nuovo progetto si inserirà nell’arco dei valori del centrosinistra, “ribadendo l’archiviazione della precedente esperienza giudicata negativamente e vuol essere alternativo al progetto di centro-destra di Barbara Panzacchi, smentendo in tal modo l’eventuale appoggio del PD ad altre eventuali candidature che si dovessero presentare fuori da questo percorso”.

Aggiudicate tre delle cinque bacheche di viale Marconi

Al Partito Democratico di Loiano, LAV, ed "Amici degli animali"

Con la Determinazione n. 365 del 16 novembre 2015 (allegata), l'Unione dei Comuni Savena Idice aggiudica tre delle cinque bacheche disponibili in viale Marconi (foto). Dopo la stesura del Regolamento e l'assegnazione di tre bacheche ai relativi gruppi Consiliari, il Comune di Loiano tramite l’Unione, ha provveduto alla stesura di un bando per l'assegnazione di quelle disponibili. Il bando scadeva il 9 novembre ed ha visto l’aggiudicazione a tre richiedenti:

  • Partito Democratico di Loiano
  • L.A.V. sede Territoriale di Bologna e provincia
  • Associazione “Amici degli animali”

Il PD di Loiano organizza un incontro pubblico sulle cave. Giovedì 4 giugno in Sala del Consiglio.

Sarà presente anche l'Assessore all'Ambiente della Città Metropolitana

Il Partito Democratico di Loiano ha organizzato per giovedì 4 giugno (ore 21,00 in Sala del Consiglio),  un incontro con la cittadinanza per approfondire la vicenda legata al Piano Attività Estrattive (cave) approvato a dicembre 2014 dalla maggioranza loianese.

Sergio Minni rassegna le dimissioni da segretario del PD di Loiano

"Non bastano i voti. Servono relazioni e proposte"

L'annuncio ufficiale pubblicato sulla sua pagina Facebook, dopo l'assemblea con gli iscritti avvenuta martedì 21 aprile in Sala Primavera

 

Ieri ho dato la notizia ufficiale delle mie dimissioni da segretario del circolo del PD di Loiano, una decisione dolorosa ma necessaria. Anche un circolo piccolo ha bisogno di tanto tempo e tante energie, che non ho.

Spero che questa mia decisione sia spunto per una riflessione sulla necessità di affrontare il tema del rinnovamento e persino della ricostruzione di una forza solidamente di sinistra e capace di attrarre nuove persone alla politica. Non bastano i voti, di cui rischiamo di diventare sterili ragionieri: servono relazioni, proposte, pratiche in grado di includere le persone e riavvicinarle alla politica. E questo è un tema che riguarda tutti e tutte, perché non c'è libertà senza partecipazione.

Caso Imbaglione : esposto del M5S alla Corte dei Conti

E' più forte di me..quando vedo usare le istituzioni e la cosa pubblica come tornaconto personale, ho questo vizietto qui: denuncio. Stamattina ho depositato alla Corte dei Conti un esposto in cui denuncio come questa signora, in maniera programmata e sistematica, dall'inverno scorso si sia organizzata i giorni di malattia in base agli impegni di campagna elettorale.

Pagine

Back to Top