Martedì, 1. December 2020 - 0:02

Story

Abbandono di rifiuti, "quante telecamere controllano il territorio?"

Il gruppo di Minoranza chiede cosa si sta facendo per prevenire e sanzionare il continuo abbandono di rifiuti

Cosa si sta facendo per prevenire e contrastare il continuo abbandono di rifiuti nel territorio? Quante telecamere controllano il territorio loianese? Possono individuare mezzi e persone responsabili di atti vandalici o abbandono di rifiuti anche di notte? Quante infrazioni per abbandono di rifiuti sono state comminate nell’ultimo anno?

Sono queste alcune delle domande poste dal gruppo di Minoranza al Sindaco e all’Amministrazione Comunale e racchiuse in una Interrogazione che andrà in discussione in un prossimo Consiglio Comunale. Le segnalazioni di abbandono indiscriminato di rifiuti (ingombranti e non), sono continue e soprattutto in estate diventano ormai settimanali e sempre negli stessi punti: Cà di Balloni, Casoni, Guarda, alcuni punti della fondovalle, Sabbioni

Poiché in altri Comuni l’utilizzo delle telecamere ha permesso di scoprire e sanzionare decine di incivili, l’Opposizione in Consiglio chiede qual’è la situazione a Loiano perché non è più accettabile limitarsi a fare segnalazioni e rimuovere gli ingombranti senza fare opera di prevenzione e controllo.

data pubblicazione: 
Giovedì, 10. September 2020 - 6:15

Commenti

Sono diversi anni (ben prima anche della amministrazione attuale) che interveniamo sulla questione con la proposta di uso di telecamere mobili a presenza non percepibile , diverse da quelle per esempio di s.Benedetto del Querceto; quel che è fattibile quasi dappertutto dalla Valsamoggia a s.Lazzaro pare impossibile a Loiano con amministrazioni che "non rispondono" ; gli aspetti negativi sono due: abbandono nell'ambiente di rifiuti che spesso hanno componenti tossico-nocive (rifiuti elettronici, vernici, sottoprodotti petroliferi ecc.) e sovraccarico di lavoro (indebito) per gli operai della ditta Sazzini a cui va la nostra solidarietà; nell'abusivismo non c'è solo un comportamento rischioso per l'ambiente ma anche una certa cialtroneria "menefreghista"; vale a dire : molti rifiuti sono talmente pesanti che non vengono portati a mano al cassonetto ma vengono caricati in macchina; e allora perchè non fare qualche centinaio di metri in più fino alla stazione ecologica?
PRESO ATTO DELLA INIZIATIVA-POSITIVA-DEL GRUPPO CONSILIARE DI MINORANZA- SUGGERIAMO CHE VENGA CONVOCATA UNA ISTRUTTORIA PUBBLICA ; se il regolamento comunale non lo prevede può essere l'occasione per aggiornarlo e aprire uno spazio di partecipazione pubblica.
Intanto domattina siamo al Tribunale di Verona (asfalti tossici).
Grazie a tutti per la attenzione.

Vito Totire, rete per l'ecologia sociale

Aggiungi un commento

Back to Top