You are hereIl Comune taglia l'appoggio logistico alla Proloco. Il Presidente Delia Zanella:"confidiamo nella generosità dei volontari"

Il Comune taglia l'appoggio logistico alla Proloco. Il Presidente Delia Zanella:"confidiamo nella generosità dei volontari"


Il Comune taglia l'appoggio logistico alla Proloco. Il Presidente Delia Zanella:"confidiamo nella generosità dei volontari"

Inizia in salita il percorso della nuova Proloco almeno dopo quanto emerso dall’incontro di ieri  tra il Consiglio della Proloco ed il Sindaco di Loiano.

Pur confermando lo stanziamento annuale di seimila euro, viene tagliato l’appoggio logistico dato fino ad oggi da tutte le amministrazioni precedenti.

Nel concreto significa che, per esempio, durante la Festa della Batdura saranno i volontari stessi a dover trasportare il materiale dal magazzino (si immagina sui propri mezzi) e riportarlo poi al termine dell'evento. Mansioni che fino ad oggi erano svolti dai cantonieri della GESCO (la società partecipata al 100% dal Comune).

 

Abbiamo chiesto alla neo Presidente della Proloco cosa ne pensa di questa decisione:

"Sì, partiamo in salita davvero. Ora possiamo solo confidare nella generosità dei volontari. Noi siamo positivi, sappiamo che tra tutti i cittadini di Loiano ci sono persone veramente attaccate al proprio paese. Purtroppo dovremo fare tutto in economia ma la volontà che questo paese torni a vivere è tanta."

 

12 dicembre 2014

Pubblicato il : 
Il tuo voto è stato: Nessuna Totale classifica: 1.7 (3 votes)
Tag
Mi piacerebbe conoscere le motivazioni che spingono i vincitori delle elezioni a tagliare l'appoggio alla Proloco in quanto il programma cita:"Ci sembra necessario valorizzare e sostenere le preziose realtà associazionistiche esistenti, in particolare la Pro Loco con la quale è necessario aumentare la sinergia". Alla faccia dell'aumento della sinergia, pensa te se avessero voluto calarla!!! Mi domando inoltre se lo stesso trattamento verrà riservato a tutti coloro (associazioni, parrocchie , feste di vario tipo, comitato degli operatori economici) che tentano, a titolo gratuito, di non lasciare morire un paese che sta ruzzolando verso l'anonimato e la desertificazione. Complimentoni per le scelte!!! Chissà con che soldi realizzeranno tutti i progetti che sono nel programma....comunque #loianesi state sereni. Chi ben comincia è a metà dell'opera
già nel 2014 si erano verificate incomprensioni con l'Amministrazione sull'entità dei rimborsi e dei contributi dati alla Proloco, ma mai mi sarei aspettato che si decidesse di dare un taglio drastico alla collaborazione tra Amministrazione e Associazione. Dalla costituzione della GESCO la situazione era cambiata ma con le giunte precedenti c'era sempre stato un rapporto di totale collaborazione e disponibilità, questo cambiamento indica chiaramente che non c'è la volontà politica di sostenere e credere nella rinascita turistica del paese. Era inutile fare proclami e promesse, stiamo a vedere cosa proporranno in alternativa per rilanciare Loiano. Confido comunque nella buona volontà dei volontari che saranno sicuramemente capaci di sopperire alla scarsa capacità amministrativa di questa giunta .
La decisione assunta dall'Amministrazione Comunale è molto grave, specialmente in questo momento di crisi per le attività loianesi. Sebbene il contributo in capo alla GESCO si sia rivelato alla fine molto oneroso, bastava rimodularlo e riportarlo in un quadro di compatibilità con le capacità di spesa del Comune. Sono comunque decisioni politiche, su dove e in quali campi allocare risorse sempre più scarse. Ci auguriamo che il Comune sappia dare le adeguate giustificazioni a questa decisione e abbia la lungimiranza di ritornare almeno in parte su di essa.
Un Comune che non sostiene le attività di volontariato atte a incentivare e sostenere la vita del paese, già in difficoltà,non è il Comune dei cittadini, è un controsenso,è un cane che si morde la coda!

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.