You are here


Politica

Referendum Costituzionale, "Le ragioni del SI" e "Le ragioni del NO" a confronto il 18 novembre a Loiano

Isabella Conti e Cesare Melloni in un incontro pubblico con domande dei cittadini

Si svolgerà venerdì 18 novembre alle ore 20,45 alla Sala Baldassarri (sopra l'Emilbanca),  il confronto pubblico sulle ragione del SI' e del NO al Referendum del prossimo 4 dicembre.

Ad affrontarsi saranno Isabella Conti (Sindaco di San Lazzaro) per sostenere le ragioni del SI' e Cesare Melloni (Comitato per il NO di Bologna), per le ragioni del NO.

L'evento è stato organizzato dal 'Gruppo di Cittadini per il Referendum' e  vedrà Renzo Panzacchi nel ruolo di  moderatore.

Gli ospiti, oltre a considerazioni di carattere generale sulle proprie posizioni, risponderanno anche a domande dei cittadini raccolte durante la serata. 

Venerdì 18 novembre ore 20,45 presso la Sala Baldassarri di Loiano, in via Roma 60. Per informazioni telefonare ai n. 339.8150707 oppure 393.9163523

"Fusione ... e confusione", il 1° ottobre a Vado si parla di fusioni fra Comuni

Con la relazione del Professor Stefano Zamagni. A Monzuno un sondaggio fra i cittadini

Sabato 1° ottobre presso la Sala Civica di Vado di Monzuno (via Val Di Setta 54/b), sopra il negozio Coop, si terrà un incontro dal titolo "Fusione... e confusione" sul tema della fusioni fra Comuni.

Dopo una relazione del Professor Stefano Zamagni seguirà una tavola rotonda con i sindaci del territorio.

Nello stesso momento il Comune di Monzuno lancia un sondaggio infromale per chiedere ai cittadini cosa ne pensano in tema di fusioni, cioè se sono d'accordo e nel caso con quali comuni unirsi.

In allegato la scheda

In distribuzione il nuovo numero del giornalino del Circolo PD di Loiano

Fusione dei Comuni, Ospedale, tariffe alcuni degli argomenti trattati

E' in distribuzione il nuovo numnero del giornalino del Circolo PD di Loiano (allegato).

Oltre all'articolo di apertura dedicato ai progetti di fusione dei Comuni, viene dato ampio spazio al tema dell'Ospedale, del Nodo di Rastignano ed all'interpellanza sulla GESCO presentata a marzo dal  Gruppo 'Loiano nel Cuore'.

Altri pezzi dedicati alle tariffe dei servizi a domanda individuale, cave, pineta, trasporto pubblico ed altro ancora.

Barbara Panzacchi è il nuovo Sindaco di Monghidoro

Vince con il 61,36% dei voti contro il 38,63 di Antonio Cornelio. In calo l'affluenza

Barbara Panzacchi è il nuovo Sindaco di Monghidoro. Con un netto  61,36%   (1.153 voti), vince la corsa per la poltrona di primo cittadino con la lista civica ‘Monghidoro Passione Comune’.

Lo sfidante, Antonio Cornelio dei Democratici Monghidoro (lista sostenuta dal PD), si ferma ad un onorevole 38,63%  (726 voti). Sono state 47 le schede bianche e 64 quelle nulle.

Alla lista vincitrice, in Consiglio Comunale spetteranno 8 seggi mentre 4 andranno all'opposizione

In deciso calo l’affluenza che nel 2011 registrò il 74,38% mentre oggi si ferma al 63,23%; meno anche del dato nazionale del 64,92%

Barbara Panzacchi subentra ad Alessandro ‘Ronny’ Ferretti che nel 2011 vinse con 1.411 voti (61,69%), distaccando la lista di centro destra di Lorenzo Marchioni, che si fermò al 38,30%.

Congratulazioni a Barbara Panzacchi ed auguri di buon lavoro

Costano 880 euro al mese i venerdì in Comune dell’Assessore Nanni

Per svolgere sopralluoghi, ricevimento con il pubblico ed indagini di mercato. M5S: “basterebbe farli al sabato e si risparmierebbero 10.000 euro all’anno”

880 euro per quattro venerdì. Questa è la cifra media che il comune di Loiano rimborsa ogni mese ad Hera per gli impegni istituzionali che l’Assessore di Loiano Roberto Nanni  svolge in Comune.

Il tutto fa riferimento al D.Lgs. 267/2000 secondo cui le assenze dal servizio sono retribuite al lavoratore dal datore di lavoro. Gli oneri per i permessi retribuiti dei lavoratori dipendenti da privati o da enti pubblici economici sono a carico dell'ente presso il quale gli stessi lavoratori esercitano le funzioni pubbliche di cui all'articolo 79. L'ente, su richiesta documentata del datore di lavoro, è tenuto a rimborsare quanto dallo stesso corrisposto, per retribuzioni ed assicurazioni, per le ore o giornate di effettiva assenza del lavoratore

L’importo di 880 euro al mese scaturisce dalla media di quanto riportato nella Determina n. 21 (allegata), che  nel trimestre gennaio-marzo 2016 vede un rimborso ad Hera di € 2.641,05 per 72 ore di assenza dal lavoro.

Come da risposta dell’Ente, gli impegni del venerdì dell’assessore si riassumono in sopralluoghi, verifiche di lavori, risposte ad e-mail, indagini di mercato ed incontri con il pubblico (allegato).

Dura la reazione del Consigliere del Movimento 5 Stelle Danilo Zappaterra che ha sollevato la questione: “è inaccettabile che in un momento in cui si chiedono sacrifici alle famiglie con aumenti di tasse e tariffe, l’Ente paghi queste cifre per attività che l’Assessore potrebbe tranquillamente svolgere il sabato (l’Ufficio Tecnico al sabato è operativo dalle 9 alle 12,30, allegato ndr). Questo spostamento farebbe risparmiare all’Ente quasi 10.000 euro all’anno e, per esempio,  potrebbe far immediatamente rivedere gli aumenti di tariffe dei servizi scolastici” E poi aggiunge, “non si  mette in dubbio la legalità del comportamento ma la sua opportunità in un momento di grandi difficoltà economiche per molte famiglie”.

Quanto riportato nella Determina conteggia solo i rimborsi e non ha nessun legame con quanto già percepisce l’assessore per la carica ricoperta (circa 400 € lordi al mese).

Di seguito la risposta dell’Amministrazione:

L'Assessore Nanni dedica tutti venerdì all'amministrazione comunale. Inizia la giornata in comune attorno alle 07.40-8,00 per il punto settimanale lavori o problematiche con ufficio tecnico.

Dalle ore 09.00 alle 12.30 è presente per ricevimento pubblico.

Dalle 14.00 alle 16.00 si dedica a sopralluoghi sul  territorio comunale, verifica esecuzione lavori, risponde a quesiti ed e-mail, effettua studi e ricerche di mercato.

Dalle ore 16.00-17.00 è presente per ricevimento pubblico.

Disposti i rimborsi agli amministratori comunali assenti dal lavoro per l’espletamento del mandato.

Pubblicati i dati relativi al primo trimestre 2016. L’Ente rimborsa il datore di lavoro per l’effettiva assenza del lavoratore

Con la Determina n.92 del 6 maggio 2016 (allegata), l’Area Risorse e Attività Produttive del Comune di Loiano, ha stabilito i rimborsi per gli Amministratori Comunali che li hanno costretti ad assentarsi dal lavoro per l’espletamento del mandato.

L’ente, su richiesta documentata del datore di lavoro, è tenuto a rimborsare quanto dallo stesso corrisposto, per retribuzioni ed assicurazioni, per le ore o giornate di effettiva assenza del lavoratore (art 80 del D.Lgs, 267/2000). 

Il resoconto è relativo al primo trimestre 2016 e prevede un impegno economico totale di € 3.569,20 suddivisi fra l’Assessore Roberto Nanni (72 ore di assenza ed € 2641,05 di rimborso) ed il vicesindaco Alberto Rocca (60 ore ed € 928,15 di rimborso).

Per il vicesindaco risultano 8 ore di assenza (dalle ore 8 alle 17) anche per martedì 15 marzo presumibilmente legate alla trasferta a Roma (foto) in occasione dell’arrivo del Sindaco di Monzuno, Marco Mastacchi.

Gioia Gioconda sostituisce il Consigliere comunale dimissionario Luca Visinelli

L'avvicendamento nella lista 'Loiano nel Cuore', ufficializzato durante il Consiglio Comunale

Durante il Consiglio Comunale del 24 maggio, è stato ufficializzato l’avvicendamento tra il Consigliere Comunale eletto nella lista ‘Loiano nel Cuore’, Luca Visinelli e Gioia Gioconda (foto), che lo sostituirà dopo che Visinelli aveva rassegnato le dimissioni per cause di lavoro.

Come riportato nella Delibera votata a favore da tutte le forze politiche in Consiglio, la neo consigliera ha espresso la volontà di accettare il diritto di surroga. Prima che a  Gioia Gioconda, per legge, è stata data comunicazione di sostituzione al candidato che nella medesima lista segue immediatamente l'ultimo eletto (seguendo l’ordine di preferenze ricevute alle elezioni amministrative del 2014). E’ stata data quindi comunicazione ad Armando Scopigno (26 preferenze); Marco Cerè (22); Giancarlo Pazzaglia (22); Chiara Tattini (21); Silvia Carluccio (17) . Candidati che hanno però rinunciato all’incarico lasciando così il posto a Gioia Gioconda che aveva ricevuto 16 preferenze.

Dopo il saluto del Consigliere uscente, il passaggio di consegne è avvenuto con la lettura da parte della Capogruppo Tamara Imbaglione (nella foto insieme a Francesca Baccolini e Luca Visinelli), di un comunicato  di saluto a Luca Visinelli e di benvenuta alla nuova Consigliera.

Di seguito il comunicato letto in Consiglio:

Amministrative a Monghidoro, se eletto il Candidato dei DM rinuncerà alle indennità da Sindaco

Gli emolumenti verranno destinati ad un fondo per iniziative di carattere sociale

Con un video-comunicato,  il candidato Sindaco dei Democratici Monghidoro Antonio Cornelio, in caso di elezione, si impegna a rinunciare alle indennità previste per il Primo Cittadinio.

Barbara Panzacchi sul confronto pubblico fra candidati: "valuteremo, ma no a baruffe elettorali"

La risposta dopo la proposta del candidato dei Democratici. "Ma chiedere un dibattito urlandolo sulla pagina Facebook, non fa parte del fair play istituzionale "

Dopo la proposta del candidato dei Democratici Monghidoro Antonio Cornelio per un confronto pubblico fra candidati sindaci, arriva la risposta di Barbara Panzacchi pubblicata sul suo sito web QUI

 

Caro Antonio,

Sono lieta di apprendere da Te, tramite il comunicato diramato via Facebook , e dalla lista che rappresenti “Democratici di Monghidoro”, di essere stata pubblicamente chiamata, quale “rivale ”, ad un dibattito pubblico.

Io la vedo diversamente: non siamo rivali ma entrambi candidati sindaci del nostro Comune, i quali presentano ai cittadini il proprio programma. Saranno loro a decidere chi sostenere.

Mi onoro di rappresentare una Lista civica, candidata alla guida del paese, nella quale i giovani e le persone che hanno aderito lo hanno fatto unicamente per mettersi al servizio della nostra comunità.

Aumento delle tariffe, il Consiglio d’Istituto chiede di predisporre l’ISEE per raccogliere dati su cui calcolare le tariffe scolastiche.

Si chiede ad un congruo numero di famiglie di preparare il documento così da avere una base realistica di calcolo

A seguito dell’aumento delle tariffe relative ai servizi a domanda individuale approvate dalla Giunta di Loiano, come è noto si è aperto un tavolo di confronto fra famiglie e comune al fine di trovare un accordo che possa rivedere gli aumenti e la cancellazione delle agevolazioni ISEE.

A questo proposito,  il Presidente del Consiglio d’Istituto Katia Raguzzoni, ha diramato un comunicato dove si chiede ad un congruo numero di famiglie di predisporre il proprio ISEE, così da avere delle oggettive basi di calcolo su cui formulare nuove ipotesi di tariffazione. Si sottolinea che i dati verranno trattati da un gruppo di lavoro nel pieno rispetto della privacy

In allegato il comunicato dell’Istituto Comprensivo, il vademecum per l’attestazione ISEE ed il comunicato del Comune a seguito del tavolo di confronto

Alle famiglie scuola primaria, infanzia e secondaria di Loiano

In seguito alla comunicazione del Comune di Loiano dell’aumento delle tariffe scolastiche per gli alunni frequentanti i plessi scolastici di Loiano - infanzia, primaria e secondaria dell’Istituto Comprensivo Loiano Monghidoro e alla volontà del Comune di proporre una tariffazione basata su criteri ISEE come già avviene in altri Comuni, si è costituito un tavolo di confronto tra l’Amministrazione Comunale di Loiano e

Referendum senza quorum (31,18%). A Loiano ha votato il 31,72%

Ad Ozzano la percentuale più alta dei votanti dell'Unione (39,87%)

Come è ormai noto, il Referendum sulle trivellazioni in mare non ha raggiunto il quorum (50% + 1 degli aventi diritto al voto), fermandosi al 31,18% comprensivo dei votanti all'estero.

Il risultato finale ha visto prevalere nettamente i SI (85,85%) contro i NO (14,15%)

A Loiano ha votato il 31,72% mentre Ozzano è risultato il Comune dell'Unione con la percentuale più alta di votanti (39,87%). A seguire Pianoro (36,15%), Monterenzio (35,89%), Monghidoro (28,40%).

Elezioni Amministrative a Monghidoro, Barbara Panzacchi: "il lavoro sarà la priorità della nostra Amministrazione"

in lista anche l'ex Sindaco di Loiano, Giovanni Maestrami.

Il tema del lavoro sarà il nostro primo punto tra le linee programmatiche della campagna elettorale e la priorità politica della nostra amministrazione”. Si è aperta sulla questione dell’occupazione, riallacciandosi anche alla situazione della Stampi Group, la presentazione di Barbara Panzacchi e della lista ‘Monghidoro Passione Comune’ che si è svolta  venerdì 15 aprile in Sala del Consiglio. La Panzacchi è (per ora) l’unica candidata ufficiale alla corsa di Sindaco di Monghidoro per le elezioni che si terranno il prossimo 5 giugno. L’altra lista infatti, sostenuta dal Partito Democratico, non ha ancora sciolto le riserve in merito al candidato come primo Cittadino.

Quello di venerdì è stato  il quinto incontro pubblico dall’inizio della campagna elettorale dopo una cena di autofinanziamento, un incontro di frazione e con commercianti ed associazioni di volontariato.

Come la stessa Panzacchi  ha tenuto a precisare, era l’occasione  per presentare i principali punti del programma, una parte dei componenti della lista con le relative competenze e nel contempo raccogliere suggerimenti e considerazioni. L’ufficializzazione della lista avverrà a maggio. Una trentina i cittadini intervenuti, mentre fra i relatori e componenti della lista vi sono:

Giovanni Maestrami

Elisa Lorenzini

Giacomo Marchioni

David Pinto

Andrea Degli Esposti

Monia Rambaldi

Tiziana Calzolari

Cristina Lolli

Edoardo Boccucci

Mario Nanni

Nicola Lisa

Gilmo Vianello

Tamara Imbaglione lascia il Partito Democratico, “non mi riconosco più in questa forza politica”

Dopo quasi vent’anni la Capogruppo di ‘Loiano nel Cuore’ lascia il PD

Non mi riconosco più in una forza politica i cui vertici decidono sempre più spesso con arroganza”. Così Tamara Imbaglione (Capogruppo in Consiglio Comunale a Loiano per ‘Loiano nel Cuore’) tramite un breve comunicato, motiva la sua decisione di uscire dal Partito Democratico.

Iscritta da quasi vent’anni al PD e per molto tempo segreteria personale di Maurizio Cevenini tragicamente scomparso nel 2012, Tamara Imbaglione aveva avuto il sostegno del Partito Democratico locale e di quello provinciale anche durante la Campagna elettorale del 2014, quando a Loiano venne il Segretario provinciale Raffaele Donini.

Cambierà qualcosa per il Gruppo ‘Loiano nel Cuore’? “Lo escludo,  in quanto il lavoro che stiamo portando avanti localmente non subisce nessun dettame od influenza partitica.

Se poi mi chiederanno un passo indietro, considerato che mi sono candidata come capolista del PD, valuteremo il da farsi. Amo il mio paese e per me, come sempre, al primo posto vengono i cittadini”.

Liquidazione dei gettoni di presenza ai Consiglieri Comunali, relativi al secondo semestre 2015

Riportato l'ammontare percepito dai singoli rappresentanti politici in Comune

Con la Determina n 112 dell'8 aprile 2016 (allegata), l'Area Risorse Attività produttive, ha liquidato i gettoni di presenza ai Consiglieri Comunali, relativi al secondo semestre 2015 (periodo 1 luglio - 31 dicembre 2015). Da considerare che l'ammontare del singolo gettore è di € 9,78 (importo rideterminato nel 2014) ed i consiglieri comunali di maggioranza (Karmen Ogulin, Massimo Bianconcini, Elisa Dall’Omo, Ivano Zanotti), hanno rinunciato ai gettoni di presenza lasciandoli all'attività dell’Ente.

La consigliera del gruppo consiliare “Loiano nel Cuore”, Francesca Baccolini, ha rinunciato al gettone di presenza a decorrere dall’anno 2015.

Per quanto concerne Tamara Imbaglione e Luca Visinelli (Loiano nel Cuore), l'ammontare percepito è rispettivamente di € 127,14 e € 48,90. A Danilo Zappaterra (Movimento 5 Stelle), € 136,92. Nel documento anche la tabella con le presenze in Consiglio e Commissioni.

Fusione dei Comuni, turismo, ambiente, fra i punti programmatici del PD di Monghidoro in vista delle prossime elezioni amministrative

Il primo incontro pubblico per presentare anche la squadra di lavoro

Fusione dei comuni, turismo, lavoro, servizi, ambiente, sono fra i punti delle linee programmatiche presentate l’8 aprile  a Monghidoro dal Partito Democratico, in vista delle prossime elezione amministrative (5 giugno).

Si è trattata della prima uscita pubblica del PD locale in vista della tornata elettorale che vedrà un candidato Sindaco ancora da nominare ed una squadra in via di composizione.

Un pubblico numeroso (fra cui diversi loianesi) e sul palco i referenti locali del Partito e la ‘squadra di lavoro’ che sta sviluppando il programma. Apre l’incontro Loriano Amadori che ripercorre il periodo che ha visto inizialmente supportare l’attuale Sindaco (Alessandro Ferretti non verrà però mai nominato) e due anni fa uscire dalla maggioranza.

 “Fino a due anni fa eravamo in maggioranza e ne siamo usciti in maniera dolorosa. Cinque anni fa, facendo una scelta altruistica, abbiamo rinunciato ad esprimere un nostro candidato sotto il nostro simbolo perchè  abbiamo creduto in un reale cambiamento. Cambiamento  che  però non c’è stato ed i problemi iniziali sono ancora tutti sul tavolo” Aggiungendo poi:  “per attuare realmente un cambiamento non bisogna guardare in faccia a nessuno ed il futuro nostro Sindaco governerà in piena autonomia e nessuno influenzerà le sue scelte se non il gruppo che lo affianca”.

Un riferimento poi al candidato avversario: “Che sia chiaro che noi siamo nettamente opposti alla candidata Barbara Panzacchi ed alla sua lista che non si propone come cambiamento ma come restaurazione. Ciononostante confidiamo che con chiunque vinca, si possa instaurare un rapporto collaborativo”.

A seguire Antonio Cornelio ha presentato alcuni dati (poco confortanti), relativi agli indici  demografici di natalità, vecchiaia, immigrazione, età eccetera. Elencate le problematiche relative all’aumento di una popolazione di ultrasessantenni, con pochi giovani e scarse opportunità di lavoro e divertimento. “I candidati saranno  misurati su questi problemi senza più antistoriche distinzioni fra sinistra e destra”.

Un cenno anche alla difficile situazione della Stampi Group e del presidio dei lavoratori rimasti senza stipendio e senza lavoro. E’ stato ricordato che il Partito Democratico è in prima linea in Regione per cercare una soluzione. Localmente è stato organizzato un pranzo per il 17 aprile  il cui ricavato sarà devoluto totalmente ai lavoratori.

Poi l’elenco dei punti su cui si svilupperà il programma. Ne riportiamo alcuni:

Turismo: sviluppo dell’Alpe in accordo con i proprietari, reti turistiche insieme alla Città Metropolitana, attenzione alle possibilità date dai fondi europei e regionali, riqualificazione de Il Faro con il progetto già sviluppato, decidere come utilizzare l’area artigianale

Fusione dei Comuni: la fusione con altri comuni è necessaria non solo per i fondi regionali che vengono messi a disposizione, ma anche per avere servizi omogenei con altri comuni (per esempio Pianoro). Le fusioni devono procedere senza snaturare il senso di appartenenza al paese ma ottimizzando le possibilità organizzative date da queste unioni.

Scuola, Asilo: “quanti asili si potevano fare con i soldi spesi per l’area artigianale?”.

Centro Raccolta Cosea

 

 

 

canile savena banner

 

 

 

 

 

Mappa Loiano